Appuntamento Martedì 5 luglio alle 20:00 presso il Palazzo Baronale di Prata P.U. (AV)

Un progetto che prevede la fornitura di servizi concreti e immediatamente fruibili dalle PMI per aiutarle ad affrontare i rischi e gli ostacoli di un processo di internazionalizzazione delle loro imprese. Questo è quanto l’associazione Euro Impresa - Organismo di Formazione Territoriale di E.N.Bi.Form. - vuole realizzare per il Made in Italy. Di questo si discuterà martedì 5 luglio alle ore 20:00 presso il Palazzo Baronale di Prata P.U. Un incontro fortemente voluto dall’associazione veneziana, rappresentata da Giancarlo Coluccio - già membro del comitato scientifico di E.N.Bi.Form., l’Ente di Formazione Bilaterale Nazionale diretto dal Dott. Raffaele TOVINO -, che estende l'invito a tutte le piccole e medie imprese della regione Campania. Per l'occasione ci sarà anche la presentazione della rete dei consulenti campani, affidata al giovane manager Francesco Sementa.
"L’internazionalizzazione delle imprese - spiega Raffaele TOVINO, presidente E.N.Bi.Form. - passa per la formazione dei lavoratori e dei dirigenti, ma anche attraverso attività di supporto concrete con soluzioni informatiche, finanziarie e di sviluppo a misura". 
Secondo TOVINO, "è neccesario allargare i mercati e gli orizzonti di crescita aziendale: non bastano gli annunci dei politici, ma azioni concrete, perché una PMI non può da sola investire in infrastrutture informatiche, risorse umane specialistiche ad alto costo, affrontare costi di posizionamento ed altro, ma sempre di più necessita di soluzioni concrete e pronte per sostenerle in una crescita graduale da consolidare nel tempo, affiancandole a consulenti esperti".
Grazie all’impegno di E.N.Bi.Form. e del gruppo di imprenditori Veneziani, rappresentati da Giancarlo Coluccio, di origini irpine, le PMI che vorranno servirsi dei loro servizi, potranno farlo al costo di qualche caffè al giorno. "L’innovazione tecnologica e l’esperienza nell’e-marketing - dichiara Coluccio - sono senza alcun dubbio le fondamenta delle PMI per potersi internazionalizzare. Le nostre imprese del Sud devono essere aiutate in un processo di internazionalizzazione mediante l’uso di strumenti innovativi e performanti a basso costo, oppure saranno fuori dai giochi".
˙˙