Ai sensi dell' articolo 2, comma 4 della legge 14/01/2013, n. 4 per garantire e tutelare l' utente, è istituito lo sportello di riferimento per il cittadino, in forma telematica, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, ai sensi dell' articolo 27-ter del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n.206, nonchè ottenere informazioni relative all' attività professionale in generale e agli standard qualitativi da esse richiesti agli iscritti.

Scrivere ogni dubbio o richiesta al seguente indirizzo e-mail:

info@sindacatoanap.it

 

A.N.A.P.  è una associazione professionale che, in base alla Legge 4/2013, rilascia Attestazione di Qualità e di Qualificazione Professionale dei Servizi ai propri iscritti che ne hanno titolo, per valorizzare le competenze e garantire il rispetto delle regole deontologiche per tutelare gli utenti.
A.N.A.P. possiede le caratteristiche previste dagli artt. 2, 4 e 5 della legge e si trova nell’ elenco delle associazioni professionali pubblicate sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico per svolgere le azioni di attuazione delle finalità della legge con un particolare impegno nei confronti dei consumatori e degli stessi professionisti.

 

TRASPARENZA

Scheda trasmessa al Ministero per lo Sviluppo Economico ai sensi dell' art 4, c.1, L. 14/01/2013, n. 4

Allegati

Comitato tecnico per la formazione permanente

Organi sociali deliberativi

Struttura organizzativa

 

Documenti per valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto della deontologia professionale previsti dall’art. 2 della Legge 14 gennaio 2013, n. 4

Statuto dell' Associazione

Carta dei valori

Codice deontologico

Codice etico

Regolamento organismo di Vigilanza A.N.A.P. ex D. Lgs. n. 231/01

 

CODICE DEL CONSUMO

In data 23 ottobre 2005 è entrato in vigore il Codice del Consumo. Si tratta del D. Lgs. 6 settembre 2005, n. 206 recante il riassetto della normativa posta a tutela del consumatore, che si compone di 146 articoli (diventati 170 dopo le modifiche del 2007).

L' approvazione del Codice segna una pietra miliare nella tutela dei consumatori italiani soprattutto per la rilevanza che il nuovo "ordinamento" assume in termini di politica del diritto:

com' è noto, la disciplina dei rapporti di consumo era rimessa alla legislazione di settore piovuta in modo disorganizzato, per lo più come recepimento (non sempre adeguatamente meditato) delle direttive comunitarie.

Su questo scenario interviene l' opera di riassetto che assume come filo conduttore le fasi del rapporto di consumo, dalla pubblicità alla corretta informazione, dal contratto, alla sicurezza dei prodotti, fino all' accesso alla giustizia e alle associazioni rappresentative di consumatori.

Codice del Consumo

 

CODICE DELLA PRIVACY

Il codice in materia di protezione dei dati personali è stato emanato con D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ed è noto comunemente come Testo Unico sulla Privacy.

Sull' applicazione della normativa vigila l' Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Il D. Lgs. 196/2003 abroga la precedente legge 675/96.

Codice della Privacy